logo

Iscriviti alla Newsletter
Ultimi Articoli
Comunicato FSBA per eventi climatici 2023
27336
post-template-default,single,single-post,postid-27336,single-format-standard,bridge-core-3.1.9,qi-blocks-1.3,qodef-gutenberg--no-touch,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.7.6,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-30.5.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-7.7.1,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-20362

Comunicato FSBA per eventi climatici 2023

Comunicato FSBA per eventi climatici 2023

Comunicato FSBA per eventi climatici 2023.

Recentemente, si è stabilita una connessione tra i fenomeni climatici estremi e un aumento del rischio di infortuni sul lavoro.

Pertanto, riguardo alle prestazioni dell’Assegno Ordinario erogate da FSBA, si forniscono le seguenti informazioni.

L’azienda ha la facoltà di invocare la causale “EVENTI CLIMATICI” anche in situazioni in cui l’attività lavorativa viene sospesa o ridotta a causa di temperature elevate.

Per chiarire il concetto di “temperature elevate”, ci riferiamo alle istruzioni fornite nella circolare Inps n. 139/2016 e nel messaggio Hermes Inps n. 1856/2017, che stabiliscono che si considerano “elevate” le temperature superiori ai 35° centigradi.

Tuttavia, è importante notare che anche temperature inferiori a questo valore possono essere considerate idonee per ottenere l’integrazione salariale.

Questa valutazione deve tenere conto non solo delle temperature riportate dai bollettini meteorologici, ma anche delle temperature “percepite”, che sono generalmente più alte rispetto a quelle reali, a causa della particolare tipologia di lavorazione in atto.

È opportuno specificare che, quando l’azienda presenta la domanda per l’Assegno Ordinario, deve indicare il periodo in cui si è verificata la sospensione o la riduzione dell’attività lavorativa.

Tuttavia, l’azienda non è tenuta a produrre dichiarazioni di Arpal o di qualsiasi altro organismo certificato per attestare l’entità della temperatura, né a fornire i bollettini meteorologici.

Infine, si fa notare che FSBA riconosce la cassa integrazione ordinaria in tutti i casi in cui il responsabile della sicurezza dell’azienda dispone la sospensione delle lavorazioni a causa di rischi o pericoli per la sicurezza e la salute dei lavoratori, inclusi i casi in cui le sospensioni sono causate da temperature eccessive.