Procedure standardizzate

Dal prossimo 31 Maggio le aziende fino a 10 lavoratori non potranno più autocertificare la valutazione dei rischi. Pubblicate, sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le nuove procedure standardizzate.

Saranno operative dal prossimo 30 giugno le procedure standardizzate, vale a dire il nuovo modello di riferimento dei datori di lavoro per la valutazione dei rischi (DVR). Le nuove procedure, consultabili sul sito del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, mandano così in soffitta l’autocertificazione per alcune tipologie di imprese. Le procedure sono necessarie per certificare l’adeguata prevenzione e protezione e il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza. (Rinvio pubblicato su La GU n. 302 del 29-12-2012 - Legge di stabilità)

Potranno avvalersi delle procedure standardizzate le aziende fino a 10 lavoratori; quelle fino a 50 lavoratori, escluse le aziende ad alto rischio (ex art. 31, co. 6, lettere a,b,c,d) e le aziende che espongono lavoratori a rischi chimici, biologici, atmosfere esplosive, cancerogeni, mutageni o amianto.